I caprioli di Stella

Pordenone 21 dicembre 2016 – 31 gennaio 2017          

Nel terzo foyer del Teatro, per tutto il mese gennaio vi troverete in mezzo ai meravigliosi e dolcissimi Caprioli di Stella.

Chi sono i Caprioli di Stella e perché sono in teatro?

Cosa ormai nota è che il Teatro Comunale Giuseppe Verdi ha l’obiettivo di aprire i foyer il più possibile e ridare vita a questi meravigliosi spazi e restituirli alla città, perché i fruitori del teatro possano farsi incuriosire da ciò che è possibile guardare, imparare e scoprire anche al di fuori dalle attività di cartellone.

Per fare questo numerose sono state e saranno le iniziative che andranno via via a comporre il parterre di eventi e mostre che nel 2017 sarà possibile visitare fuori dall’orario di normale apertura del teatro.

Parallelamente alle due mostre attive fino al 6 febbraio nel primo e secondo foyer, iniziamo l’anno con un dolcissimo omaggio alla Land Art che Pier Paolo Zanussi ha voluto dedicare a quella che è ormai un’attività che porta avanti da anni: la ricerca costante di narrativa a partire dal materiale grezzo nella sua forma più naturale, il legno che si trova nei boschi di Stella, un luogo magico e ricco di tradizione, incastonato tra le Prealpi Giulie, i monti della Slovenia e della Carinzia a Nord.

 

I LUOGHI

I boschi del Monte Stella, l’ incredibile panorama sulla pianura friulana verso Sud, da dove si intravedono le coste dell’Istria e i Colli Euganei. È qui che nasce la traccia di un libero sentiero nella Land Art, arte povera e ispirata a elementi naturali come gli Orgogliosi Caprioli di Stella: legna incastrata e innestata, questo trapianto asseconda e combina i diversi spiriti e temperamenti degli alberi del  bosco, dando forma e vita all'armonioso equilibrio tra Ciliegio, Frassino, Corniolo, Acacia, Nocciolo e gli altri fusti del Monte Stella.

 

I VIAGGI

Il primo gregge di Caprioli di Stella è stato ospitato al Museo della Vita contadina, a Fagagna nel 2010. L’idea è migrata poi a Parigi, Cividale del Friuli, Cormons, Venezia, Sutrio e Palmanova.

Il Capriolo di Stella comunica la vocazione per l'esplorazione delle cose del mondo. Alcuni amici hanno accompagnato il nostro Capriolo lungo navigazioni oceaniche, cime alpine e vulcani africani, passeggiate nei deserti toccando continenti lontani e isole remote, metropoli e foreste amazzoniche.

La magia del legno giunge fin qui, dove i Caprioli vengono ospitati nel cuore di Pordenone.

 

L’AUTORE

Pier Paolo Zanussi (1976), compositore dei Caprioli di Stella, allievo del nonno Ernesto di tradizioni nel lavoro, di costumi e conoscenze è autore del reportage “Sarajevo 1992-2002. Poesie di Pace” finalista alla IX edizione del Premio giornalistico Ilaria Alpi.

Vive tra i boschi in cima al Monte Stella di Tarcento (UD), riconoscendo nell'alternarsi delle stagioni la continuità della vita e l'equilibrio armonioso tra noi uomini e la natura.

 

Visitate la pagina Facebook Caprioli di Stella per i reportage fotografici e maggiori informazioni.