Un giro in rosa: il Teatro per la "corsa rosa"

Gli eventi in Teatro in occasione della tappa del Giro d’Italia

Un concerto - evento di valore internazionale in occasione della Notte Rosa e, nel mese che la precedono, due mostre dedicate al ciclismo e due esposizioni ad esse collegate: sono queste le iniziative speciali che il Teatro  – con il main partner Eurapo e il partner tecnico Tipografia Sartor - promuove in occasione della tappa del Giro d’Italia, per offrire all’Amministrazione comunale e all’Organizzazione sportiva il proprio supporto artistico, creando una “cornice culturale” alla storica ricorrenza (è il 100. anniversario) e contribuendo così a incrementare l’attrazione anche turistica di Pordenone. Il Teatro farà dunque festa al Giro con qualificate proposte di musica, arte grafica e fotografia, simbolicamente capaci di esprimere la bellezza dell’Italia che la corsa rosa incontra ogni anno nelle migliaia di chilometri percorsi.

 

L’ORCHESTRA DELLA RAI NELLA NOTTE ROSA

AL CULMINE DI UN MESE DI GRANDI EVENTI

L’evento clou è per venerdì 26 maggio, alle 20.45, quando il Comunale, al culmine di un mese di eventi di assoluto spessore culturale e richiamo, ospiterà un concerto straordinario per il suo finale di stagione, protagonista l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, diretta da James Conlon, vincitore di due Grammy Awards, definito dalla critica “un miracolo d’equilibrio”, e con la star internazionale del violino Ray Chen, musicista che scatena ovazioni nei teatri di tutto il mondo e che trova molti fan tra i giovani grazie alla sua popolarità nei social.

CON UN DONO SPECIALE AL PUBBLICO. Per rendere unica la serata e per coronare il legame speciale tra il Teatro, la musica e questo grande evento sportivo, al pubblico presente in sala sarà data in omaggio una delle 10 stampe d’arte a tiratura limitata appositamente realizzata da Vico Calabrò, artista al seguito del Giro, e prodotte dalla Stamperia d’Arte Busato di Vicenza, fra le storiche stamperie d’Italia.

Le prevendite dei biglietti del concerto sono già attive.

 

E CON LE MOSTRE DEDICATE AL CICLISMO

TEATRO APERTO TUTTI I GIORNI, PUNTO D’INCONTRO DEL GIRO

 

Sabato 29 aprile, alle 17.30 – alla presenza dei curatori Giancarlo Pauletto e Alfredo Moras e dell’artista Vico Calabrò – il Teatro inaugurerà due mostre di stampe d’arte e pittura allestite nei foyer.

LA BELLA ITALIA E IL “GIRO” SECONDO CALABRÒ. La prima, “La fantasia a pedali - Litografie e incisioni di Vico Calabrò dedicate al Giro d’Italia e al Bel Paese”, situata nel foyer del primo piano, vedrà in esposizione 55 stampe d’arte dell’artista vicentino, disegnatore, incisore e pittore. Grande appassionato di ciclismo, Calabrò segue il Giro d’Italia da più di trent’anni, catturando i movimenti, le attività, i ciclisti e soprattutto le città, che diventano poi  protagonisti dei suoi disegni, incisioni, litografie e testimoni della grande festa sportiva agli occhi degli spettatori e degli appassionati.

OMAGGIO A DENIS ZANETTE. La seconda mostra, che si svilupperà nel foyer del secondo piano, si intitola “Omaggio a Denis Zanette. Il ricordo del campione di Sacile” ed è dedicata al promettente ciclista prematuramente scomparso (si ringraziano l’Associazione Amici di Denis e Manuela Zanese). Consiste in 20 opere pittoriche di altrettanti artisti dove il filo narrativo è rappresentato dalla bicicletta. Da quella di Coppi nei quadri di Arrigo Buttazzoni alla bicicletta più comune e di uso quotidiano di Paolo del Giudice, fino a quelle di natura più “espressionista” nei dipinti di Cesco Magnolato e di Corrado Zani.

Collegata alle due mostre anche l’esposizione de “Le storiche”, tre biciclette che hanno fatto la storia del ciclismo appartenute ad altrettanti campioni del passato (si ringraziano il Museo Altolivenza e Manuela Zanese).

Nell’ambito del vasto programma di iniziative concertate dal Comune di Pordenone, il Teatro ospiterà inoltre una sezione della mostra “SCATTI DEL GIRO IN FRIULI. Le fotografie dei campioni delle tappe friulane della Corsa rosa”: 12 immagini dall’archivio di Enzo Cainero (curate dal Comitato Tappa Pordenone del Giro d’Italia), storico patron delle tappe friulane del Giro e membro del comitato organizzatore, coordinate con le fotografie che abbelliranno le vetrine dei negozi della città.

ll Teatro rimarrà così aperto tutti i giorni diventando parte integrante delle proposte “vive” che animeranno Pordenone e il suo centro città in attesa dell’arrivo di tappa.

 

Le mostre rimarranno aperte fino al 26 maggio, visitabili tutti i giorni dalle 16.30 alle 19 (salvo il 1.maggio) e durante l’apertura del Teatro in concomitanza con spettacoli ed eventi.