PENSIERO TUROLDO

Pagina in costruzione!

venerdì 14 febbraio, ore 18
Palcoscenico

E NEL SILENZIO IL CANTO:
“la speranza” nell'odierna condizione giovanile.

su testi di padre David Maria Turoldo.

musica e composizione
Lino Falilo e Cristina Cristancig, Stefano Boccia, Marianna Acito, Arianna Plazzotta, allievi della classe di composizione del Conservatorio “Jacopo Tomadini” di Udine coordinati da Renato Miani e Mauro Pagotto

coro giovanile Iuvenes Harmoniae
direttori: Davide Basaldella, Eleonora Petri, Tommaso Zanello

quartetto d’archi
violini: Valentina Pacini, Martina Orlando
viola: Doriana Calcagno
violoncello: Antonio Merici
direttore: Alessio Venier

riflessioni
Pierluigi Di Piazza, Daniele Fedeli, Fabio Turchini


coordinamento artistico
Giuseppe Tirelli


in collaborazione con
Associazione Coro Le Colone, Eupragma srl

con il sostegno di

 

La testimonianza di padre David Maria Turoldo è viva. Attraverso essa e il propellente profetico che l’attraversa riusciamo a leggere a fondo la contemporaneità. Soprattutto acquisiamo valore umano dinanzi ai gravi problemi del mondo troppo frequentemente osservati a distanza con atteggiamento d’impotenza, se non addirittura nell’indifferenza. Delle tante contraddizioni che tormentano il presente anche i giovani scontano condizioni di disagio. Il loro futuro è percepito quale minaccia anziché come una promessa. E quando il futuro è del tutto imprevedibile non retroagisce come motivazione.  È dunque possibile reperire senso di speranza in una realtà in cui valga l’urgenza di lottare per far fiorire ovunque bellezza, bellezza per tutti, attingendo alla testimonianza turoldiana? Intorno a questo interrogativo si è congegnato uno spettacolo musicale in forma di riflessione con il coinvolgimento degli studenti di composizione del Conservatorio Jacopo Tomadini di Udine, coordinati da prof. Renato Miani. Si sono musicati testi poetici di padre David Maria Turoldo per quartetto d’archi e coro giovanile. Il momento riflessivo è affidato a Pierluigi Di Piazza, Daniele Fedeli, Fabio Turchini. Sarà occasione d'ispirato approfondimento, di sguardo critico sull'oggi, di accorata condivisione tra generazioni diverse. 

 

Ingresso gratuito, fino ad esaurimento dei posti disponibili

Palcoscenico del Teatro: Via Roma, 3 – Pordenone

 

tel 0434 247624

 

PER QUALE UMANITÀ
padre DAVID MARIA TUROLDO
lettore profetico delle sfide della contemporaneità
4-5 febbraio 2019

Il Teatro Verdi di Pordenone, dopo Pier Paolo Pasolini, trae ispirazione anche da padre David Maria Turoldo una delle menti illuminate e profetiche del nostro paese e del Friuli Venezia Giulia.
L’idea di dedicare un momento annuale d’arte, di cultura e di formazione alla figura di padre David Maria Turoldo ne evidenzia la significatività della statura di uomo, di religioso, di poeta e di intellettuale. Ancora oggi egli è in grado d’interpellare e orientare le coscienze sulle più acute contraddizioni che attraversano il presente.
Qui, in Friuli, Turoldo è nato e vissuto fino alla preadolescenza portando in sé il richiamo inderogabile dei sentimenti di origine. Qui è tornato negli anni 
Sessanta con l’impeto religioso, intellettuale, politico che il suo rubesto temperamento alimentava. Fu legato a Pier Paolo Pasolini, al quale il Teatro Verdi di Pordenone, il 2 novembre di ogni anno, assegna uno «spazio teatrale».
Al fondo della necessità di un percorso turoldiano, c’è il richiamo alle forti tensioni di un mondo che cambia smarrendo il senso di una piena umanità. È perciò significativo interroga una figura emblematica come padre David Maria Turoldo: la sua alta e vibrante voce, che scaturisce senza alcun mimetismo dall’adesione al Vangelo «impastato» di Storia; dall’appassionato impegno speso in difesa dei più deboli contro ogni ingiustizia; di una povertà rivendicata come valore. 
Con padre Turoldo possiamo reperire quel valore di umana essenzialità che la realtà globalizzata, nonché le nuove conquiste della scienza e della tecnologia, potrebbero irrimediabilmente alterare. 


Teatro Verdi Pordenone    
Eupragma
Associazione Culturale Coro “Le Colone”

Programma:

Spazio Due
lunedì 4 febbraio, ore 16 -18
martedì 5 febbraio, ore 9 - 13
L’IMPRESA DELLA TECNOLOGIA.
UMANITÀ AUMENTATA O DIMINUITA?

Un workshop di teatro d’impresa ed un convegno esperienziale dedicati alle aziende. L’obbiettivo è sviluppare riflessioni e consapevolezza in relazione alle sfide attuali dell’innovazione tecnologica, al cambiamento globale, sondando il personale e il professionale, gli obiettivi, le criticità, le competenze necessarie per farvi fronte. Sullo sfondo l’opera testimoniale di p. David Maria Turoldo, la sua avventura esistenziale di grande religioso, fedele e libero, di poeta ispirato.
 Il workshop che si andrà a realizzare, seguendo modalità formative improntate all’apprendimento agito, attingerà a questa preziosa scaturigine.
Relatori:
Johnny Dotti, Imprenditore sociale, Docente Università Cattolica di Milano
Fabrizio Vagliasindi, Partner Eupragma, Docente Università IULM di Milano

Video Interviste:
mons. Nicola Borgo
Fondatore e Presidente del Centro Culturale e Spirituale “il Ridotto” a Coderno
Felice De Toni
Re ore dell’Università degli Studi di Udine
Gianluca Foresti
Direttore del Dipartimento di Scienze Matematiche, Informatiche e Fisiche dell’Università degli Studi di Udine
don Alessio Gere i
Curatore della Mostra Internazionale di Illegio
Roberto Siagri CEO di Eurotech

Teatro d’impresa:

MOSSA VINCENTE
di Fabio Turchini
Enzo Giraldo, recitazione
Fabio Turchini, narrazione
Nicola Tirelli, tastiere
Alessandro Bressan, fagotto

Percorso formativo riservato alle aziende iscritte.
Ideato e condotto da Eupragma - Udine.
www.eupragma.com

Palcoscenico
lunedì 4 febbraio, ore 20.45
TUROLDO VIVO
liturgia della riflessione, parole e musica per un domani
concerto-spettacolo per coro, orchestra, solisti, attori, video installazioni

Un concerto-spettacolo, un paesaggio costruito sul pensiero di Turoldo e che ne riflette anche l’azione. È un invito a sostare, con mente e cuore, per scoprire la sua profonda e appassionata visione del mondo e della vita. Un lavoro teatrale che integra diversi registri espressivi.

Informazioni:
Ingresso gratuito con biglietto da ritirare in Biglietteria a partire dal 23 gennaio 2019.
Biglietteria del Teatro
Aperta dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 18 e il sabato dalle 10 alle 12.30 e dalle 16 alle 18.
Viale Martelli, 2 – Pordenone

Info: Tel 0434 247624 - www.comunalegiuseppeverdi.it