I CONCERTI DELLE 18: LA MUSICA CONTEMPORANEA PER IL GRANDE PUBBLICO

Spazio musicale innovativo, I Concerti delle 18 affrontano la sfida della musica contemporanea, nel segno di un percorso culturale che si sposa alla programmazione del Cartellone musicale 2018 e che culminerà il prossimo 24 marzo con il grande concerto di Carlo Boccadoro e i ‘suoi’ Sentieri Selvaggi e il prezioso inserto vocale di Chiara Osella

TEATRO VERDI PORDENONE

“I CONCERTI DELLE 18”

TORNA IL CONSERVAORIO DI UDINE

PER “SPIEGARE” LA MUSICA CONTEMPORANEA AL GRANDE PUBBLICO

 

GIOVEDÌ  8 MARZO (ore 18)
IN PROGRAMMA UN INCONTRO-CONCERTO

GUIDATO DA VIRGINIO ZOCCATELLI

CON ALLIEVI E DOCENTI DEL LABORATORIO VOCALE E STRUMENTALE DEL DIPARTIMENTO DI COMPOSIZIONE DEL CONSERVATORIO “J. TOMADINI” DI UDINE

 

vai alla scheda dell'evento

 

 

PORDENONE – Giovedì 8 marzo, alle ore 18, sul palcoscenico de I CONCERTI DELLE 18, ideati dal Teatro Verdi di Pordenone, un’occasione rarissima per vedere e ascoltare “all’opera” il Laboratorio vocale e strumentale del Dipartimento di Composizione del Conservatorio “J. Tomadini” di Udine, con la guida di Virginio Zoccatelli.

Spazio musicale innovativo, I Concerti delle 18 affrontano la sfida della musica contemporanea, nel segno di un percorso culturale che si sposa alla programmazione del Cartellone musicale 2018 e che culminerà il prossimo 24 marzo con il grande concerto di Carlo Boccadoro e i ‘suoi’ Sentieri Selvaggi e il prezioso inserto vocale di Chiara Osella, straordinaria mezzosoprano, con musiche di Nyman, Fransesconi, Glass, Montaletti, Reich ed un nuovo brano originale commissionato del Teatro proprio a Carlo Boccadoro, "Un guanciale di nuvole azzurre" melologo per voce e sei strumenti. La letteratura e la critica hanno versato fiumi di inchiostro e di byte per raccontare, descrivere, presentare il suono contemporaneo, sta di fatto che la materia va trattata in una sola maniera: sperimentandola, ascoltandola, lasciandosi ispirare.

 

L’accademia udinese è ponte di collegamento tra le necessità didattiche - aperte anche alla libera creatività - e le esigenze delle nuove generazioni, dando vita al Laboratorio vocale e strumentale del Dipartimento di composizione. Da qui, nasce il programma di musica contemporanea per l’appuntamento di giovedì 8 marzo al Verdi di Pordenone, nato dalla collaborazione di allievi e docenti, per comunicare il senso di una musica a torto considerata ‘difficile’ attraverso la guida del direttore Virginio Zoccatelli.

 

Sul palcoscenico del Verdi di Pordenone docenti e allievi insieme, occasione per ascoltare, quindi, le composizioni originali di Maria Beatrice Orlando, Stefano Procaccioli, Luca Trabucco, Andrea Alzetta, Mario Pagotto, Felice Di Paolo, Cristina Cristancig, Reanto Miani, Silvia Valentini eseguite da Enza Pecorari, Nadja Perovič, Antonio Merici, Alessandro Del Gobbo, Carlo Teodoro, Nicola Bulfone, Adolfo Del Cont, Lorenzo Ritacco, Matteo Di Bella, Erika Giannusa, Marina Ferro e i percussionisti del Conservatorio coordinati dal prof. Roberto Barbieri, Simone Grassi, Fabio De Cecco, Eugenio Almacolle, Felice Di Paolo.

 

Ingresso gratuito

Informazioni tel. 0434 247624 www.comunalegiuseppeverdi.it