“Arte a Teatro” al Verdi di Pordenone: proseguono gli incontri streaming con gli studenti del Galvani

Lunedì 8 febbraio gli studenti del Liceo Artistico “E. Galvani” parteciperanno in diretta streaming al secondo appuntamento di “Arte a Teatro” alla scoperta dell’universo musicale del compositore e artista veneziano Claudio Ambrosini. “Arte a Teatro” è il titolo della seconda edizione del progetto multidisciplinare promosso dal Teatro Verdi con il sostegno della Fondazione Friuli.

Comunicato stampa

 

Mentre gli studenti delle scuole secondarie rientrano gradualmente in classe, l'impegno didattico e multidisciplinare del Teatro Verdi di Pordenone si rinnova con il secondo appuntamento di Arte a Teatro, il progetto tra arte figurativa e musica coordinato dal Professore e critico d’arte Fulvio Dell'Agnese, che quest’anno ruota attorno alla figura del compositore e artista Claudio Ambrosini grazie al sostegno della Fondazione Friuli.
Al fine di assicurare lo svolgimento dell’incontro nella più totale sicurezza di tutti i partecipanti, e allo stesso tempo di raggiungere il maggior numero di studenti possibile coinvolgendo sia i ragazzi attivi con la didattica a distanza che gli studenti tornati nelle loro classi, il musicologo Alberto Massarotto terrà il suo secondo incontro in diretta streaming con i componenti delle classi 4B, 4E e 5D del Liceo Artistico “E. Galvani” di Cordenons.

Arte a Teatro rappresenta la seconda edizione del progetto multidisciplinare del Teatro Verdi di Pordenone dopo il successo della mostra del compositore e pittore triestino Giampaolo Coral del 2019.

Così, dopo aver toccato lo scorso dicembre le più importanti correnti artistiche e i maggiori esponenti dell’arte e della musica del Novecento veneziano, lunedì 8 febbraio alle ore 14.15 gli studenti del Galvani potranno collegarsi in live streaming direttamente con la Sala Grande del Teatro Verdi di Pordenone per partecipare al nuovo incontro intitolato La musica di Claudio Ambrosini tra videoarte e suggestioni letterarie.
Un appuntamento volto a ricordare la fertile esperienza nel campo dell’arte visuale del compositore veneziano, protagonista negli anni Settanta di una serie di importanti lavori sperimentali tra musica e tecnologia presso la Galleria del Cavallino, lo storico centro italiano di ricerca fondato a Venezia nel 1942. Tra le molteplici suggestioni che continuano a ispirare le opere musicali di Claudio Ambrosini, già Leone d’oro per la “Musica del presente” alla Biennale di Venezia nel 2007 e “Premio Abbiati” 2011 con l’opera Il Killer di parole, l'incontro proporrà inoltre l’ascolto di brani stimolati dai capolavori di alcuni grandi protagonisti della letteratura del Novecento: da Andrea Zanzotto, il compianto poeta di Pieve di Soligo del quale quest’anno si celebra il centenario della nascita, alla poetessa americana Sylvia Plath, i cui versi sono stati recentemente impressi sulla facciata del Verdi.

Nell’attesa di predisporre il Teatro a palcoscenico delle installazioni artistiche di Claudio Ambrosini, il Verdi di Pordenone continua così a coltivare un rapporto privilegiato con il pubblico più giovane attraverso una serie di attività che permetteranno agli studenti di ampliare le loro conoscenze nel campo dell’arte e di contribuire attivamente all’esposizione che il Teatro Verdi si appresta ad allestire in tutti i suoi spazi.

La diretta streaming vedrà infine il coinvolgimento dell’apparato tecnico del Teatro al fine di assicurare agli studenti la miglior qualità video insieme alla possibilità di accedere in tempo reale una serie di esempi e contributi audio e video, pronti ad arricchire l’incontro all’insegna dell’arte.