IL TEATRO VERDI DI PORDENONE PER I PICCOLI ASCOLTATORI. IL NUOVO LABORATORIO KIDS DEDICATO ALLA MUSICA E GLI ANIMALI

A PARTIRE DA VENERDÌ 15 MAGGIO ALLE ORE 18.00, IL TEATRO VERDI ESPLORERÀ I SUONI DEGLI ANIMALI PER I PICCOLI ASCOLTATORI, ATTRAVERSO LE OPERE DEI GRANDI COMPOSITORI DEL PASSATO. CON L’AIUTO DELLE LORO FAMIGLIE, CIASCUN BAMBINO POTRÀ DIVENIRE IL PROTAGONISTA DEL LABORATORIO CHE VERRÀ PUBBLICATO SUL SITO DEL VERDI E SUI CANALI SOCIAL

Comunicato stampa

PORDENONE- Dopo gli approfondimenti su Beethoven e le passioni amorose che hanno travolto i grandi compositori della storia, il Teatro Verdi di Pordenone prosegue ora la sua ricca programmazione online TGVP on demand” - che sta proseguendo ininterrottamente dallo scorso 21 marzo e ha già prodotto una trentina di appuntamenti per un totale di 73mila visualizzazioni - con uno spazio tutto dedicato ai Kids, i giovanissimi ascoltatori.

Realizzato in collaborazione con Fondazione Friuli, Il suono degli animali è la nuova serie di video di divulgazione musicale pensata appositamente per i bambini sul tema degli animali in musica, ovvero come i grandi compositori della storia abbiano trovato nel verso degli animali una fonte di ispirazione, un forte impulso nella scrittura di nuova musica.

A partire da venerdì 15 maggio alle ore 18.00, il musicologo Alberto Massarotto presenterà a ogni appuntamento un’opera di un determinato compositore.
Un laboratorio virtuale per conoscere insieme più da vicino gli strumenti musicali e le loro possibilità di ricreare i suoni della natura, pubblicato sul sito web del Teatro Verdi e sui canali social.

Il primo appuntamento sarà dedicato a Pierino e il lupo, l’intramontabile favola musicata dal compositore russo Sergej Prokof’ev che vede per protagonisti proprio gli animali, ricreati dal suono dei diversi strumenti musicali. Sarà poi la volta delle travolgenti sonorità deIl carnevale degli animali di Saint-Saëns,delle atmosfere deIl lago dei cigni di Čajkovskij, tra i balletti universalmente più noti, e la Sinfonia “l’Orso” di Haydn.Il ciclosi concluderàcon ilDuetto buffo di due gatti, la curiosa quanto divertente fantasia di arie tratte dalle opere di Rossini,dove l’imitazione degli animali avverrà attraverso lo strumento musicale per natura più affine all’uomo, ovvero la voce.

A ogni occasione sarà inoltre chiesto ai giovanissimi ascoltatori di divenire loro stessi i protagonisti di questo nuovo progetto, accogliendo le sollecitazioniche saranno date in ciascun video.
Il risultato di questo laboratorio potrà infatti essere inviato all’indirizzo email del Teatro Verdi info@comunalegiuseppeverdi.it o direttamente tramite la messaggeria Messenger del profilo Facebook del Teatro.