COMUNICATO STAMPA DEL 24/05/2017. Venerdì 26 maggio alle 20.45, gran finale di Stagione!

Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai diretta da James Conlon, e il violino Ray Chen

Sarà l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai – che grazie alla presenza dei suoi concerti nei palinsesti radiofonici e televisivi ha contribuito alla diffusione del grande repertorio sinfonico e di pagine dell’avanguardia storica e contemporanea - a chiudere la stagione concertistica 2016/17 del Teatro con un concerto di prestigio degno di un gran finale di stagione. Venerdì 26 maggio alle 20.45, sarà sul palco diretta da James Conlon, vincitore di due Grammy Awards, definito dalla critica “un miracolo d’equilibrio” e direttore fra i più noti del panorama musicale internazionale, ospite abituale delle orchestre e dei teatri d’opera più prestigiosi e convinto che “la musica classica deve essere per tutti, e aperta in particolare ai giovani”. Ospite d’eccezione della serata sarà la star internazionale del violino Ray Chen, musicista che scatena ovazioni nei teatri di tutto il mondo e che trova molti fan tra i giovani grazie alla sua popolarità nei social. Il programma del concerto pordenonese prevedere una pagina che ha avuto enorme fortuna, Le sacre du printemps di Stravinskij e il monumentale Concerto n.1 in la minore op. 77 per violino e orchestra di Šostakovič: protagonista il talento assoluto di Ray Chen. Infine, un prezioso regalo: l’Orchestra ha infatti deciso di inserire nel programma Funeral Song op.5, pagina di Stravinskij la cui perduta partitura e stata rinvenuta soltanto di recente nella biblioteca del Conservatorio di San Pietroburgo. Ad introdurre e presentare il concerto sarà Oreste Bossini, ideatore e conduttore di Radio 3 Suite ed una delle firme più autorevoli della critica musicale italiana. Il concerto si inserisce inoltre nel programma delle celebrazioni dell’arrivo a Pordenone del 100. Giro d’Italia previsto per sabato 27 maggio nella sua penultima tappa, la Pordenone – Asiago, e nei festeggiamenti della Notte Rosa di venerdì 26 maggio.Per rendere unica questa  serata e per coronare il legame speciale tra il Teatro, la musica e il 100. Giro d’Italia, al pubblico presente in sala sarà data in omaggio una delle 10 stampe d’arte a tiratura limitata appositamente realizzata da Vico Calabrò, artista al seguito del Giro, e prodotte dalla Stamperia d’Arte Busato di Vicenza. Un regalo che si inserisce nelle iniziative del Teatro legate alla promozione del Giro attraverso le mostre allestite negli spazi del foyer il teatro:  da un lato cinquanta stampe d’arte realizzate appunto da Calabrò; dall’altro venti opere d’arte dedicate a Denis Zanette, promettente ciclista di Sacile prematuramente scomparso; infine una sezione fotografica dall’archivio personale di Enzo Cainero, patron della tratta friulana del Giro, e tre biciclette storiche appartenute ad altrettanti grandi campioni del passato.