ARRIVA SUL PALCOSCENICO DEL TEATRO VERDI DI PORDENONE IN ESCLUSIVA REGIONALE MARTEDÌ 16 E MERCOLEDÌ 17 APRILE UNO SPETTACOLO CULT DEL TEATRO ITALIANO, LO STORICO, INTRAMONTABILE “SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE”

FIRMATO DA ELIO DE CAPITANI PER IL TEATRO DELL’ELFO CHE HA CONQUISTATO INTERE GENERAZIONI DI SPETTATORI IN OLTRE VENT’ANNI DI REPLICHE

Comunicato stampa

PORDENONE – Arriva sul palcoscenico del Teatro Verdi di Pordenone uno spettacolo cult del Teatro italiano, un capolavoro intramontabile: martedì 16 e mercoledì 17 aprile alle 20.45 in esclusiva regionale l’allestimento firmato dal regista Elio De Capitani della più celebre e rappresentata commedia scespiriana “Sogno di una notte di mezza estate”.
Si tratta di un vero e proprio ”must” della Compagnia dell’Elfo, uno spettacolo con cui intere generazioni di spettatori hanno iniziato ad amare il teatro. Un successo che ha girato di teatro in teatro in oltre vent’anni di produzione, riscuotendo, dunque, grandissimo successo di pubblico e di critica. Il notissimo testo di William Shakespeare intreccia le peripezie d’amore di uomini e donne, elfi e fate. Tra palazzi nobiliari e foreste incantate, l’idea dell’amore romantico è un totale disincanto, che lascia spazio all’irrazionalità dei sentimenti.
Questo storico spettacolo del Teatro dell’Elfo, il più famoso, l’intramontabile, si rivela ancora terreno ideale per sperimentare, divertire e divertirsi, mettere alla prova giovani talenti. Un ‘sogno’ che si ripete nel quale ritornano memorie, tracce e citazioni del passato. Un successo ripreso e replicato dal 1997: da allora continua ad essere uno spettacolo-festa dalla leggerezza mozartiana nel quale si è fatta strada la libertà di abbandonarsi al piacere del racconto, esaltando il gioco di simmetrie barocche e di abili incastri che fanno di questa commedia uno stupefacente congegno per il divertimento.
Il testo di Shakespeare distrugge l’idea romantica dell’amore facendo piazza pulita di luoghi comuni, senza per questo irridere ai sentimenti, ma dando conto della loro fragilità e della carica di irrazionalità e di follia. La regia di Elio De Capitani, con tocco leggero, riesce ad amalgamare felicemente la solarità della commedia dei quattro giovani amanti con ombre d’inquietudine proiettate dal mondo degli spiriti guidati da Puck e fa esplodere la fragilità, l'irrazionalità e la follia dei sentimenti, spingendo la loro carica erotica verso una fisicità quasi 'acrobatica'. Ed ecco che le schermaglie d’amore di uomini, donne, elfi, fate, risultano scompaginate dall’imprevedibile folletto. Il tutto corroborato dall’irresistibile comicità dei personaggi degli artigiani, un gruppo squinternato di aspiranti attori che trovano in Bottom il loro leader.
Come spiega la consulente artistica per la Prosa del Verdi Natalia Di Iorio “si tratta di un testo eterno, un allestimento storico. Uno spettacolo, replicato da oltre vent'anni, diventato un classico del teatro italiano. Se provate a resistere ci penserà l'incantesimo a farvi sognare”.
In scena Corinna Agustoni (Starveling), Giuseppe Amato (Puck), Marco Bonadei (Bottom), Sara Borsarelli (Ippolita/Titania), Carolina Cametti (Elena), Enzo Curcurù (Teseo/Oberon), Loris Fabiani (Demetrio), Lorenzo Fontana (Tisbe), Domenico Florio (Lisandro), Sarah Nicolucci (Ermia), Luca Toracca (Quince), Emilia Scarpati Fanetti (fata), Vincenzo Zampa (leone)

Lo spettacolo avrà inizio alle 20.45, ma il teatro sarà aperto dalle 19 con l’happy caffè drink e smart food al Bar Licinio; info e biglietti in biglietteria (aperta dalle 16 alle 19 dal lunedì al venerdì e il sabato dalle 10 alle 12.30 e dalle 16 alle 19. Le sere dello spettacolo dalle 16.00 no-stop fino a inizio recita Tel 0434 247624) e on-line www.comunalegiuseppeverdi.it.

Info stampa: ufficiostampa@volpesain.com