Attesissimo arriva questa sera 15 maggio, ore 20.45, il concerto di Giovanni Andrea Zanon e Maurizio Baglini!

Schumann, Wieniawski, Strauss e Saint-Saëns per brani del grande repertorio romantico e post romantico.

 

Il veneto Giovanni Andrea Zanon è oggi uno dei violinisti più talentuosi del mondo, acclamato dalle più prestigiose sale da concerto (ne ha fatti 150 in un anno come solista) e oggetto di attenzione da parte di giornali e media di tutto il mondo. Il suo talento, unito alla spontaneità e una grande umiltà, ha peraltro incantato anche milioni di telespettatori soltanto qualche giorno fa, in occasione della sua partecipazione al programma di Fabio Fazio “CheTempoCheFa”.

Zanon sarà protagonista di un attesissimo concerto questa sera alle 20.45: un recital che lo vedrà impegnato in brani del grande repertorio romantico e post romantico, fra i quali una difficilissima pagina di Richard Strauss, la Sonata op. 18, il Rondò Capriccioso di Saint- Saens, la Sonata in La minore op. 105 di Schumann e la Polonaise Brillante op. 4 di Wieniawski.

Un concerto - introdotto da Stefano Catucci -  voce nota di Rai Radio Tre, che lo vedrà sul palco accompagnato dal pianista e curatore della stagione musicale del Teatro Maurizio Baglini, che l’anno scorso ha voluto inserire nel cartellone 2016/2017 la serata con il giovane prodigio del violino, certo che avrebbe regalato al pubblico un magnifico momento.

Nato a Castelfranco Veneto, Zanon, che ha 19 anni, ha iniziato a suonare a due anni, ha debuttato come solista a 13 alla Fenice di Venezia e poi subito all’Arena di Verona e alla Carnegie Hall grazie alla vittoria riportata al “2013 New York International Artists Violin Competition”. Su consiglio di Zubin Mehta si è poi trasferito negli Stati Uniti per studiare con Pinchas Zukerman alla Manhattan School di New York. E' stato l'unico caso di ragazzo quindicenne ammesso ad un corso postlaurea negli Stati Uniti. E – limitandoci all’ultimo periodo della sua ascesa artistica - è risultato vincitore e unico ammesso al “Professional Studies” per il corso accademico 2016-2017. Ha ricevuto  numerose menzioni e riconoscimenti fra i quali, a sei anni, quello del Presidente della Repubblica Italiana Ciampi e recentemente quelli dalla Reale Escuela Superior de Musica Reina Sofia di Spagna, nonché dall’Ambasciata Generale degli Stati Uniti in Canada. Attualmente frequenta l’Hans Eisler di Berlino, considerata la migliore scuola di musica d’Europa.

Andrea Zanon è stato nominato l’anno scorso “Alfiere della Repubblica”, per meriti artistici, dal presidente Sergio Mattarella